CALCI, 10 Novembre 2023 - “Questa amministrazione, da sempre sensibile alla tematiche ambientali, ha deciso di varare una nuova ordinanza che vieta specificatamente il lancio di nastri, palloncini e lanterne, in quanto sono da considerarsi rifiuto non appena ricadono a terra e costituiscono, come dimostrato da numerosi studi, un serio pericolo per l’ambiente e per gli animali, in particolare per la fauna selvatica o anche per gli incendi boschivi, nel caso delle lanterne”.

Con queste parole il sindaco Massimiliano Ghimenti, rende noto di aver firmato l’ordinanza n°168 (in allegato) che introduce su tutto il territorio comunale, a partire da lunedì 13 Novembre 2023, il divieto di abbandono di nastri colorati, il divieto di lancio di palloncini in gomma o similari riempiti con gas più leggeri dell'aria, e il divieto di lancio di lanterne con candela o fiamma libera.

"Un'azione - prosegue il primo cittadino -, nel solco di tante iniziative varate dalla nostra amministrazione per la tutela dell'ambiente. Basti pensare alla grande attenzione per l'efficientamento energetico del patrimonio comunale, o contro l'abbandono di rifiuti nell'ambiente contrastato con aperture di sacchi e telecamere (e numerose sanzioni), al raddoppio dei cestini gettacarte sul territorio e del servizio di svuotamento degli stessi. Oppure, riguardo alla necessità di ridurre i rifiuti in generale e la plastica in particolare, basti pensare alle tante campagne di sensibilizzazione sulla corretta raccolta differenziata, le ispezioni di sacchi, la realizzazione del fontanello "Acqua Buona" e la consegna delle borracce ai ragazzi delle scuole".

“L’ordinanza – spiega l’assessore all’ambiente, Stefano Tordella – si aggiunge alle numerose iniziative intraprese negli anni da questa amministrazione per contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti e per la tutela dell’ambiente, prendendo anche spunto da ordinanze simili varate da altri Comuni e promosse dall’associazione Plastic Free. La comunità calcesana, nella stragrande maggioranza delle persone, è di per sé molto attenta alle questioni ambientali. Questa ordinanza vuole aumentare la consapevolezza di tutti, compresi coloro che passano dal nostro territorio, magari per feste o cerimonie, sui seri danni che possono provocare i lanci, soprattutto massivi, di palloncini e lanterne”.

In particolare, come specificato nell’ordinanza, studi effettuati a livello internazionale hanno dimostrato le conseguenze dannose dei frammenti di palloncini, e dei nastri colorati che li trattengono, abbandonati nell’ambiente. Tanto che, a causa dell’inquinamento e del pericolo che i palloncini pongono alla vita marina, molti Stati ne hanno vietato i lanci massivi, perché i frammenti di palloncini abbandonati spesso finiscono per essere ingeriti da animali marini e terrestri, comprese diverse specie di uccelli, causandone irrimediabilmente il decesso. Mentre per quel che riguarda le lanterne con candela o fiamma libera, comunemente dette “lanterne cinesi”, sono innegabili i rischi di incendio, in particolare se rilasciate in un territorio con ampie superfici boscate. La violazione dell’ordinanza prevede sanzioni tra i 25 e i 500 euro. 

 

Allegati:
Scarica questo file (ord_00168_09-11-2023.pdf)ord_00168_09-11-2023.pdf[ ]150 kB