#NoalloSprecoAcquaPotabile #DivietoDiUsoImproprio
L'acqua è un bene prezioso, del quale, purtroppo, una larga parte della popolazione mondiale è quasi priva o scarsamente servita. Ecco perché non andrebbe mai sprecata.
Nei momenti particolarmente siccitosi, quali la stagione estiva, lo spreco della risorsa idrica può causare la carenza di pressione e mettere a disagio parti del nostro territorio.
Dobbiamo assolutamente evitarlo.
Per queste ragioni, vista la richiesta dell'Autorità Idrica Toscana e vista la necessità di tutelare le riserve idropotabili a disposizione per l’approvvigionamento durante il periodo estivo, particolarmente critico a causa dell’aumento delle temperature, della scarsità delle precipitazioni, dell’aumento dei consumi per attività turistiche e irrigue e visto il regolamento della Regione Toscana che prevede obblighi e divieti a tutela delle riserve idropotabili vigenti durante l’intero anno solare, il sindaco Massimiliano Ghimenti ha firmato un'ordinanza di ASSOLUTO DIVIETO SU TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE DI CALCI DI UTILIZZARE L’ACQUA POTABILE PROVENIENTE DAGLI ACQUEDOTTI URBANI E RURALI PER SCOPI DIVERSI DA QUELLI IGIENICO-DOMESTICI. Tale ordinanza, n. 63 del 28/6/2021 (consultabile integralmente all'albo pretorio on line sul sito del Comune di Calci) entrerà in vigore giovedì 1 luglio e sarà valida fino al 30 settembre.
Si ricorda che chiunque violi questo provvedimento sarà sottoposto all’applicazione della sanzione amministrativa da € 100,00 ad € 500,00.
La polizia locale ed ogni altra forza di polizia sono incaricate del controllo dell’esecuzione della presente ordinanza.

Analoga informazione sarà data ai cittadini attraverso una notifica push sull'applicazione "Cittadino Informato".