Diramata una ALLERTA METEO per il Comune di Calci (zona A4): 

- CODICE GIALLO per rischio IDROGEOLOGICO E IDRAULICO del reticolo minore valido dalle ore 20 di domenica 4 alle ore 20 di lunedì 5 Dicembre 2022.

Da tenere presenti i rischi e le norme di comportamento.

Queste le condizioni meteo previste in Toscana: una estesa circolazione depressionaria continua a interessare la regione.

PIOGGIA: nel pomeriggio di oggi, domenica, piovaschi a carattere sparso e intermittente con cumulati generalmente poco significativi. Dalla sera di oggi, e nel corso della giornata di domani, lunedì, nuovo peggioramento con precipitazioni sparse, anche temporalesche, in estensione dalle zone costiere e dall'Arcipelago, alle zone interne settentrionali, e successivamente anche sul resto della regione. Nel corso della serata di domani tendenza al miglioramento con residue precipitazioni che si attarderanno sulle zone interne centro meridionali. Tra le sera di oggi e la giornata di domani si prevedono i seguenti cumulati: medi significativi con massimi elevati sulle zone occidentali e sui rilievi di nord ovest. non elevati altrove; intensità oraria massima forte.

TEMPORALI: dalla sera di oggi, domenica, e nella prima parte di domani, lunedì, possibilità di forti temporali sulle zone costiere, in Arcipelago e sul nord ovest. Possibili grandinate e forti colpi di vento.

Nei giorni di sabato 3, domenica 4 e lunedì 5 Dicembre, in orario 9-17, via Calcesana resterà chiusa al traffico nel tratto compreso tra il semaforo in località La Gabella e l'intersezione con la Sp2 Vicarese, per procedere con la messa in sicurezza delle spallette del ponte del Guidoni, risultate danneggiate nel tempo con un recente aggravamento. I lavori alle spallette, improcrastinabili, sono stati richiesti dai vigili del fuoco a seguito di sopralluogo, dal quale non sono comunque emerse criticità strutturali al ponte.

 



 

Nonostante la titolarità e quindi le competenze sul ponte non siano chiare, dell'intervento si occuperà il Comune di Calci. Il quale, per limitare al minimo i disagi, ha programmato il cantiere per il fine settimana e per un solo giorno lavorativo, nonché in orari che possano garantire il transito per i trasferimenti casa-scuola e casa-lavoro da e verso Pisa. Non solo, ma nella stessa strada, più a monte, verrà anche svolto il lavoro di manutenzione dei platani così da non dover chiudere un'altra volta quel delicato tratto di strada. Com'è noto, infatti, via Calcesana è una strada comunale molto trafficata poichè consente l'entrata e l'uscita dalla Valgraziosa, collegando la Sp2 Vicarese e la Sp 30 del Lungomonte Pisano all'altezza dell'abitato de La Gabella. Ovviamente dal divieto sono esclusi (e quindi potranno transitare regolarmente) i bus del servizio di linea ed eventuali mezzi di soccorso o emergenza.

Il sindaco Massimiliano Ghimenti, informando il consiglio comunale, ha ricordato che il ponte del Guidoni si trova su via Calcesana, in prossimità dell'intersezione con la Sp2 Vicarese ed esattamente al confine tra i Comuni di Calci e San Giuliano Terme. Ma l'infrastruttura, allo stato attuale, non risulta iscritta al patrimonio di nessuno dei due enti e tanto meno a quello della Provincia.

"La questione – ha spiegato Ghimenti - è stata affrontata con una conferenza dei servizi, e come Comune di Calci abbiamo chiesto alla Prefettura di convocare una riunione, per arrivare quanto prima ad attribuire le competenze sul ponte. Allo stesso tempo, abbiamo chiesto alla Provincia di valutare l'istituzione del divieto di svolta in via Calcesana per i mezzi pesanti che percorrono la Vicarese provenendo da Caprona. Questo perché i continui danneggiamenti alle spallette del ponte del Guidoni sono per lo più attribuibili a questa manovra compiuta dai camion. Attendiamo la convocazione della riunione da parte della Prefettura e le decisioni della Provincia per contribuire a migliorare la situazione".

"Il Comune di Calci – ha concluso il primo cittadino - ha deciso di intervenire direttamente e con urgenza per ripristinare le condizioni di sicurezza sul ponte, in attesa che siano attribuite, ci auguriamo quanto prima, le competenze sull'infrastruttura. L'intervento ha un costo accessibile, intorno ai 3.000 euro, ma ovviamente, è svolto fatta salva la rivalsa nei confronti di chi dovesse risultare titolare o con-titolare della responsabilità di intervenire. Non mancherà qualche disagio e, per questo, invitiamo i cittadini a seguire le indicazioni per la viabilità alternativa, che verrà segnalata con la cartellonistica, posizionata grazie anche alla collaborazione dei Comuni vicini".

In allegato l'ordinanza predisposta dalla Polizia Municipale.

Allegati:
Scarica questo file (ord_00152_29-11-2022.pdf)ord_00152_29-11-2022.pdf[ ]624 kB
Alle 9 di sabato 26 Novembre la sala consliliare del Comune di Vecchiano ospiterà un incontro pubblico sulle Comunità energetiche rinnovabili nei Comuni del Lungomonte Pisano. L'evento sarà trasmesso in streaming sulla pagina Yutube del Comune di Vecchiano.
 
 
Maggiori informazioni sulle Cer nel depliant allegato e al seguente link: https://www.gse.it/servizi-per-te/autoconsumo/gruppi-di-autoconsumatori-e-comunita-di-energia-rinnovabile
 

 

Allegati:
Scarica questo file (DEPLIANT CER.pdf)DEPLIANT CER.pdf[ ]5870 kB

Convocazione del Consiglio Comunale per le ore 17,30 di martedì 29 Novembre 2022.

Ordine del giorno:

1) Comunicazioni del Sindaco.

2) Interrogazioni ed interpellanze.

3) Approvazione nuovo Regolamento della Consulta del Volontariato e dell'Associazionismo.

4) Deliberazione del consiglio comunale n° 52 del 30.09.21 - Convenzione per il servizio associato di Segreteria Comunale tra i Comuni di Calci e Vicopisano - Integrazioni.

5) Variazione di bilancio 2022 - 2024.

Il Consiglio sarà trasmesso in streaming sul canale YouTube del Comune di Calci: https://bit.ly/3fgoWng

L'atto di convocazione in allegato.

Allegati:
Scarica questo file (Consiglio Comunale 29-11-2022.pdf)Consiglio Comunale 29-11-2022.pdf[ ]106 kB

CALCI, 18 Novembre 2022 - Continua l'attenzione del Comune di Calci sul tema della presenza di ungulati, in particolare cinghiali, sul territorio comunale. Un problema serio visto che gli avvistamenti e le segnalazioni di cinghiali avvengono, oltre che in area boscata, anche in prossimità delle abitazioni, in giardini pubblici e lungo le strade della Valgraziosa, insomma non soltanto in area collinare. Una presenza che costituisce un potenziale serio pericolo per la pubblica incolumità e per la sicurezza della circolazione stradale.

Per questo il Comune di Calci ha chiesto e ottenuto un nuovo incontro con i rappresentanti dell’Atc 14 di Pisa, a seguito del quale l’Atc si è impegnato ad attivare tutti gli strumenti previsti dalle norme regionali per limitare il fenomeno. Mentre il sindaco Massimiliano Ghimenti ha inviato ufficialmente alla Regione Toscana la richiesta di attivare interventi specifici per il contenimento dei cinghiali anche in ambito urbano: la richiesta, come previsto dalla legge regionale 70/2019, può portare la Regione Toscana ad autorizzare la Polizia Provinciale a procedere con diverse tipologie di azioni, al fine di garantire la pubblica incolumità e la sicurezza.

All’incontro, svoltosi martedì 15 Novembre, ha partecipato il neo presidente dell’Atc 14 Paolo Graziani, accompagnato dal responsabile della caccia al cinghiale in battuta Andrea Capaccioli e dal tecnico di Agrofauna Giuseppe Vecchio (stima e prevenzione danni). Per il Comune di Calci erano presenti il sindaco Ghimenti insieme agli assessori Ricotta, Sandroni e Lupetti, il consigliere comunale delegato al supporto per le politiche venatorie Divio Del Moro e la responsabile dell’unità operativa per la protezione civile Silvia Lorenzoni.

“E’ stato un confronto proficuo - riferisce il primo cittadino di Calci - anche in merito alle normative e agli strumenti oggi a disposizione per arginare un fenomeno, quello dei cinghiali in aree urbane, che se incontrollato può portare anche a gravi danni a cose e persone. Da qui la richiesta alla Regione Toscana di un intervento di contenimento che, come previsto dalla legge attualmente in vigore, potrà essere affidato alla Polizia Provinciale in quanto da effettuarsi in aree urbane specifiche dove è stata accertata la presenza di cinghiali, ad esempio vicino alle case di Montemagno, Castelmaggiore, Omberaldi,  Tre Colli, ma anche in zone come Sant’Andrea e La Gabella, sia lungo la Provinciale che alla Cantinaccia”.

“Ci auguriamo che questi interventi siano eseguiti quanto prima – conclude il sindaco Ghimenti –, restando tuttavia convinti che siano necessari nuovi strumenti normativi per affrontare il fenomeno della proliferazione dei cinghiali. Già il consiglio comunale calcesano si è espresso in questo senso e dall’Atc 14, condividendo questo obiettivo, si sono detti disponibili a collaborare con noi e a cercare sinergie sul territorio, sia per sviluppare progetti sperimentali di contenimento sia, se possibile, arrivare a nuovi e più efficaci impianti legislativi. Ovviamente, occorre un confronto sinergico gli altri Comuni del Monte Pisano, poiché queste sono problematiche che non si riducono ad un confine amministrativo. Nel frattempo invitiamo aziende agricole e cittadini a segnalare ad Atc e Regione la presenza di cinghiali ed eventuali danni, anche al fine di far emergere con chiarezza le dimensioni del problema e sollecitare interventi adeguati”.

Nello specifico, in caso di danneggiamenti da fauna selvatica le aziende agricole possono richiedere all’Atc competente e alla Regione Toscana il risarcimento dei danni subiti attraverso il modulo RT25, da presentarsi entro 48 ore. Mentre chiunque, semplice cittadino o coltivatore hobbista, può chiedere un intervento di controllo in area agricola, attraverso il modulo RT24.

Entrambi i moduli sono disponibili in allegato.

 

 

Sottocategorie